4 novembre 2018 – XXXI Domenica del Tempo Ordinario

ASCOLTA ISRAELE!

AMERAI IL SIGNORE TUO DIO

 CON TUTTO IL TUO CUORE E CON TUTTA LA TUA ANIMA,

CON TUTTA LA TUA MENTE E CON TUTTA LA TUA FORZA”.

AMERAI IL TUO PROSSIMO COME TE STESSO”

Domenica XXXI del Tempo per l’Anno B

Marco 12,28-34; Deuteronomio 6,2-6; Salmo 17; Ebrei 7,23-28

di don Pino Germinario

Stained Glass Depicting Jesus Christ March 4, 2004

Stained Glass Depicting Jesus Christ

 

Gesù è giunto a Gerusalemme. Al suo ingresso è stato acclamato come Messia, ma lì lo attende la morte e la risurrezione. Ora è nel tempio e viene interrogato su un questione importante per gli scribi e i farisei che basavano la loro vita sulla osservanza scrupolosa di tutte le leggi antiche: Qual è il primo, il più importante di tutti i comandamenti? Gesù risponde con due citazioni: una del Deuteronomio sull’amore a Dio e una del Levitico sull’amore al prossimo e dichiara che questi due sono i più importanti, la base, il fondamento, la sostanza di tutti gli altri. Gesù quindi insegna che è tutta una questione di AMORE e non di dover osservare delle leggi. Noi cristiani non si comportiamo in un certo modo perchè c’è una legge che lo impone, ma per rispondere con l’amore all’amore che Dio ha per noi! E prima ancora di tutto questo c’è l’appello ad ASCOLTARE che non è solo udire, ma ACCOGLIERE e FARE PROPRIA la Parola di Dio. Si tratta in definitiva di accogliere LUI che è la Parola fatta carne, mandata dal Padre per rivelare pienamente il suo Amore e portare a compimento il suo progetto di Salvezza. E’ Lui che donandoci il suo Spirito ci rende capaci di amare Dio e il prossimo superando i nostri limiti e de nostre incoerenze.

 Gesù, leggiamo nella lettera agli Ebrei, può salvare perfettamente quelli che per mezzo di lui si avvicinano a Dio: egli infatti è sempre vivo per intercedere a loro favore.

Ed ecco la nostra preghiera riassunta nel salmo responsoriale:

Ti amo, Signore, mia forza,
Signore, mia roccia,
mia fortezza, mio liberatore.
Mio Dio, mia rupe, in cui mi rifugio;
mio scudo, mia potente salvezza e mio baluardo
.

You may also like...