La Pasqua è alle porte

PasquadiRessurezione LA PASQUA E’ ALLE PORTE

Domenica, 5 aprile 2015, si festeggia la Pasqua e per molti di noi questa santa ricorrenza ha perso buona parte del suo vero significato. Quando si pensa alla Pasqua ci torna in mente il proverbio laico: Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi. Oppure la domenica pasquale viene considerata come un lungo ponte di vacanza che inizia il venerdì Santo e finisce il giorno successivo al lunedì di Pasquetta. Per i bambini, poi, è la sorpresa nell’uovo di cioccolato. Ma non è così. La Pasqua, a parte i simboli, le tradizioni, il folclore e le commoventi processioni,  è innanzitutto una festa religiosa. La festività più importante del nostro calendario, il momento culminante delle celebrazioni religiose dell’anno, perché rievoca la passione, morte e resurrezione di Gesù Cristo. Rappresenta il sacrificio di Cristo che ha permesso l’annientamento della morte e la nostra entrata in una nuova vita, ossia l’affermazione dell’amore infinito di Dio per gli uomini, il riscatto dei poveri e degli umili, la fraternità e la solidarietà verso gli altri. Morte e resurrezione di Cristo: un mistero difficile da capire, ma che da al credente la consapevolezza di vivere nella certezza di un’altra vita, quella eterna.

Riappropriamoci dunque, del senso autentico della Pasqua, del suo significato più profondo, che è soprattutto quello di intervenire consapevolmente su noi stessi, essere pronti a liberarci del passato, per risorgere ad una vita nuova. Un momento di pulizia interiore e di rinnovamento, come quando apriamo le finestre della nostra casa per lasciare che il vento fresco la attraversi, ripulendola dagli odori stantii dell’inverno.

Buona Pasqua a tutti e l’augurio di trovare tra le sorprese delle nostre uova colorate, l’Amore e la Misericordia di Gesù Risorto.

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *