Senza ali e senza rete – Vangelo e Vita

“Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo…”

Mt 1,18-24
qui il testo: bit.ly/37qRQuC

SENZA ALI E SENZA RETE
Che follia fidarsi di un sogno. Che follia scommettere sull’amore, lanciarsi “senza ali e senza rete”… Così fu generato Gesù. In Maria e in Giuseppe non prevale il timore di lanciarsi. Non aspettano che sia tutto chiaro. Non cercano sicurezze. Si affidano l’una all’abbraccio dell’altro in un mondo che potrebbe non capire. Provano ad essere giusti l’uno con l’altra.
Ma soprattutto si fidano di essere all’ombra dell’Altissimo. E non si fanno troppe domande.
Con la loro vita concreta, in carne ed ossa, si fanno compagni del sogno di Dio: che il popolo sia salvato dai suoi peccati. Un Dio fantasioso che salva dai peccati con un bambino!
L’Emmanuele è la pietra su cui Giuseppe e Maria provano a costruire la loro piccola, singolarissima casa. Un Dio vivo che cammina con il suo popolo.
Questo Dio è così “folle” da voler camminare anche con noi, con la nostra piccola e singolarissima vita!

“Signore, nonostante l’inevitabile incertezza, desidero abbandonarmi alla tua volontà”.

don Nino Prisciandaro

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *