III Domenica di Quaresima – Ascolto

ascoltoDal Vangelo di Giovanni – Gv 4, 5-42

In quel tempo, Gesù giunse a una città della Samarìa chiamata Sicar, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: qui c’era un pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, affaticato per il viaggio, sedeva presso il pozzo. Era circa mezzogiorno. Giunge una donna samaritana ad attingere acqua. Le dice Gesù: «Dammi da bere». I suoi discepoli erano andati in città a fare provvista di cibi. Allora la donna samaritana gli dice: «Come mai tu, che sei giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei infatti non hanno rapporti con i Samaritani. Gesù le risponde: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: “Dammi da bere!”, tu avresti chiesto a lui ed egli ti avrebbe dato acqua viva». Gli dice la donna: «Signore, non hai un secchio e il pozzo è profondo; da dove prendi dunque quest’acqua viva? Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede il pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo bestiame?». Gesù le risponde: «Chiunque beve di quest’acqua avrà di nuovo sete; ma chi berrà dell’acqua che io gli darò, non avrà più sete in eterno. Anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente d’acqua che zampilla per la vita eterna». «Signore, dammi quest’acqua, perché io non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua». …

 

 

Pensate a quella donna, probabilmente era una giornata molto calda, di quelle in cui la sete si fa proprio sentire. Lei, accortasi che l’acqua in casa era finita, stava andando al pozzo. Lì fece un incontro decisivo e inaspettato che la cambiò radicalmente, per sempre. Un uomo le offrì un’acqua viva con la promessa che le avrebbe saziato la sete in eterno.
Cosa fareste voi se qualcuno vi offrisse un’acqua così? E se vi offrisse anche un cibo così? E ancora, se vi offrisse una felicità, una letizia, una pace, un amore che è per sempre? In pratica se vi offrisse qualcosa che non solo risponda al vostro desiderio presente, ma colmi il vostro desiderio in eterno! Stiamo allegri perché l’offerta è già sul piatto! Quest’acqua viva che corrisponde ai desideri più profondi del nostro cuore esiste, ed è il Signore.
Sì, ma dove incontrarlo? Proprio come la donna, lo incontriamo nei nostri bisogni, nei nostri impegni, nei nostri incontri, nelle nostre domande, nelle nostre mancanze e persino nei nostri peccati… il luogo di incontro privilegiato dove il Signore ci aspetta è il nostro quotidiano. A noi essere disponibili ad incontrarlo e non farci distrarre dalle cose che stiamo facendo. La samaritana poteva benissimo non dare troppa retta a Gesù e continuare a fare ciò per cui era andata al pozzo. Da ultimo, impariamo a testimoniare l’incontro che facciamo con Cristo: una gioia se è vera la si condivide.

 

Paolo Bartolato (Tratto dal video sussidio MGS ILE)

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *