PERSONE NUOVE NELLO SPIRITO DEL RISORTO

“La chiesa ha bisogno della sua perenne Pentecoste; ha bisogno di fuoco nel cuore, di parole sulle labbra, di profezia nello sguardo; di essere tempio dello Spirito Santo.

Ha bisogno di totale purezza di vita interiore, di risentire salire dal profondo della sua intimità quasi un pianto, una poesia, una preghiera, un canto…cioè la voce orante dello Spirito Santo che comunica certezza di verità, preghiera ineffabile…E in tutte le sue facoltà umane rifluisce pienezza di Carità, grazie allo Spirito Santo che ci è stato dato, perché la Carità stessa si esprima in testimonianza e apostolato, per accendere la Speranza…” (Beato Paolo VI, papa).

La chiesa, comunità dei credenti in Cristo, animata dallo Spirito Santo, non cammina sola verso il regno del Padre, ma si accompagna a tutta l’umanità, dichiarandosi sua serva, pienamente solidale con la sorte di tutti gli uomini e le donne del nostro tempo.

E’di estrema importanza evidenziare questa assunzione di responsabilità da parte della chiesa del terzo millennio, ispirata al Concilio Vaticano II. Non possiamo pensare di  estraniarci, come uomini di fede e di ministero, dall’autentica testimonianza della comunità cristiana: essa, per confermare la propria fedeltà al suo Signore, ritiene suo dovere essere al fianco dell’umanità, sospinta dall’energia dello Spirito Santo.

Si coltiva, inoltre, la speranza che sia abbattuto definitivamente il muro di divisione tra mondo e chiesa. Le diverse parti sono esortate a coltivare una opportuna vicinanza, nel nome della speranza, nel segno della bontà, nell’attesa di un comune destino: “La comunità dei cristiani si sente realmente e intimamente solidale con il genere umano e con la sua storia” (GS 1). In altre parole, la fede genera vita solo se diventa opera per, solo se fiorisce nel mondo di cui la chiesa non è proprietaria, ma nel quale essa esiste e opera.

Sia la forza prorompente della Pentecoste a condurre i credenti affinché prendano il largo, siano chiesa in uscita, e così non smarriscano le coordinate giuste per camminare nella storia e con la storia.

 

parroco

Nato a Terlizzi il 15 aprile 1963. Battezzato nello stesso giorno presso la Parrocchia dell'Immacolata. Alunno del Seminario Vescovile in Molfetta da ottobre 1974 a giugno 1982. Diplomato presso il Liceo Classico in Molfetta nel mese di luglio 1982. Alunno del Seminario Regionale in Molfetta dal 1982 al 1988. Ordinato diacono il 27 febbraio 1988 e presbitero l'8 ottobre 1988 dal Servo di Dio don Tonino Bello. Animatore presso il Seminario Vescovile dal 1987 al 1989. Vice parroco presso la Concattedrale in Terlizzi dal 1989 al 1992. Parroco presso il Crocifisso in Terlizzi dal 1992 al 1996; presso Santa Maria della Stella dal 1996 al 2005; presso il Cuore Immacolato di Maria in Molfetta (Oratorio-San Filippo Neri) dal 2005 al 2006. Parroco presso i SS. Medici in Terlizzi dal 10 settembre 2014 - al... Incarichi diocesani: assistente del MSAC dal 1988 al 1990 e direttore dell'Ufficio per la Pastorale Scolastica. Dal 1990 al 1995 Direttore di Pastorale Giovanile. Padre Spirituale presso il Seminario Vescovile in Molfetta dal 2000 al 2003 e presso l'Anno Propedeutico al Seminario Regionale dal 2002 al 2013. Intanto nuovamente direttore di Pastorale Giovanile dal 2006 al 2011. Direttore Caritas Diocesana dal 2011 al 2016. Recentissima la nomina da parte del Vescovo a svolgere il ruolo di suo delegato presso la Comunità CASA in Ruvo di Puglia.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>