Salì su un sicomoro – Vangelo e Vita

Un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura…

Lc 19,1-10
qui il testo: bit.ly/2Uxh6rL

SALI’ SU UN SICOMORO
La storia di Zaccheo raccontata nel vangelo di oggi, ci fa porre lo sguardo innanzitutto sulla creativa misericordia di Cristo che va a cercare proprio chi è perduto. Ma anziché fissare lo sguardo su questa misericordia così evidente, oggi ci soffermeremo su un dettaglio che può aiutare a farci un esame di coscienza: la folla. Quelli cioè che fanno da barriera e che impedisce di far vedere Gesù.
Di fatto sono coloro che vedono Gesù dalla prima fila, coloro che hanno a che fare più direttamente con Lui e con il Suo passaggio. Eppure, proprio per questo o nonostante questo, corrono il rischio di diventare un ostacolo per i lontani, un impedimento all’incontro con Gesù.
Forse Gesù vuole che oggi ci poniamo seriamente alcune domande: la mia vita, il mio credere, il mio rapportarmi a Cristo è barriera per chi è lontano da Lui? O sono invece sicomòro, cioè un luogo favorevole per poterlo vedere e poter incrociare la Sua misericordia?
Siamo barriera o punto di vista privilegiato?

“Signore, che la mia vita sia trasparenza di te.”

don Nino Prisciandaro

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *