Quando si spostano le montagne – Meditazioni al tempo del covid

… In verità io vi dico: se avrete fede pari a un granello di senape, direte a questo monte: “Spòstati da qui a là”, ed esso si sposterà, e nulla vi sarà impossibile.

Mt 17,14-20
qui il testo: bit.ly/31JD3Ht

QUANDO SI SPOSTANO LE MONTAGNE
La preghiera che nasce da chi ama, e soffre, probabilmente arriva a Dio con una dirittura prioritaria. Ecco perché quando una preghiera simile non viene esaudita, anche la fede vacilla. Ma la sofferenza è un mistero e Dio ci chiede di vincere questo mistero fidandoci, e non tirando conclusioni con ragionamenti affrettati.
Il fatto del vangelo di oggi narra proprio di una mancata guarigione da parte dei discepoli. Essi si stupiscono per l’inefficacia del loro intervento. E la cosa che più preme ai discepoli è sapere il perché del loro fallimento. Gesù risponde, in modo quasi “spietato”, che ciò è dovuto alla loro poca fede.
E’ una sentenza che dovrebbe farci riflettere molto. L’errore dei discepoli non è tecnico. Non hanno sbagliato rituale, o parole, o gesti, o intenzioni. Ma ciò che dà valore a tutto è l’avere o non avere fede. La fede vera consiste nel credere più in Gesù che nelle nostre forze, più in Lui che nei nostri schemi e nelle nostre capacità organizzative.
Allora tutto accade, tutto si sposta, tutto si rianima, tutto guarisce.
Allora cadono i muri delle paure e i dubbi montagnosi.

“Credo, Signore, ma tu aumenta la mia fede!”

don Nino Prisciandaro

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *