GESU’ SULLE NOSTRE SPALLE…

  • cs201310
  • cs201310
  • cs20131
  • cs20132
  • cs20133
  • cs20134
  • cs20135
  • cs20136
  • cs20137
  • cs20138
  • cs20139

Un altare fatto di zaini. Tutti  intorno a cantare e a gioire durante la SS. Messa celebrata Lunedì scorso a 1.151 mt. di altezza.

E’ questa l’immagine che non dimenticherò mai di un incredibile 2 Giugno 2014  che ci ha visti protagonisti nella scalata del monte Cornacchia, il monte più alto della Puglia.

Ore 06:45 partenza da MOLFETTA per ROSETO VALFORTORE (FG) con 54 perone a bordo tra cui don Luigi CARAVELLA, Giovani, Giovanissimi, Adulti di AC della parr. Sant’Achille ed una bambina di ACR di nome “Bettina” di soli 7 anni che non immaginava cosa avrebbe affrontato di lì a poche ore.

Ore 09:45 arrivo a Roseto Valfortore accolti da don Antonio custode della Casa beato “Pier Giorgio FRASSATI” che dopo la recita delle Lodi ci illustra il “SENTIERO FRASSATI” percorso di circa 10 Km che separano Roseto dalla cima del monte Cornacchia (1.151 mt. appunto).

L’impresa è ardua ma con un po’ di coraggio e audacia ci apprestiamo a camminare.

Dopo circa un’ora di cammino tra sterpaglia e fango, siamo già esausti, le poche riserve di acqua stanno già scarseggiando, arriviamo al primo bivio per la sosta e non crediamo ai ns. occhi (Monte CORNACCHIA 7 Km.). Siamo disorientati, telefoniamo a don Antonio per alcune delucidazioni, ma ci conferma che non abbiamo sbagliato, è quella l’indicazione giusta.

Ci confortiamo l’un l’altro e via…  zaini in spalla si parte per la seconda meta lasciando alle spalle il piccolo paesino visto dall’alto… Questa volta al contrario della prima ci tocca un tratto di asfalto, rincuorante ma non troppo perchè dopo una breve discesa inizia una super salita con pendenze fino al 19%..

E’ un continuo sostenersi a vicenda “DAI NON MOLLARE, FORZA, VAMOS, ecc.” si arriva tutti insieme al secondo bivio per una piccola sosta ed il secondo momento di preghiera.. Sull’indicazione è scritto: “Monte CORNACCHIA 4,5 Km”.

Siamo a poco più della metà del percorso, la stanchezza si fa sentire, lo scoramento anche, ma dai volti si capisce che nessuno è pronto a mollare neanche Stefano e Leonardo i più “anziani” tra i partecipanti.

Partenza e via per la vetta tutta d’un fiato…. Il vento in quota è freddo e tagliente, iniziano i primi crampi, qualche massaggio, e si riparte, Bettina riesce a tenere bene il passo e nonostante le difficoltà non si lamenta.  Finalmente un gazebo con delle panchine. Ci fermiamo per un pausa in attesa dei ritardatari che arrivano nel giro di 5 minuti. L’indicazione recita (Monte CORNACCHIA  0.8Km). Alcuni visibilmente stanchi e affaticati propongono di rimanere, altri invece di continuare manca solo poco alla meta. Don Luigi ci incoraggia ed ancora su via… zaino in spalla si continua per l’ultima salita, la più faticosa, la più ardua,quella più impervia, ma anche la più emozionante… perché non appena si arriva alla BAITA parte un applauso liberatore ricco di commozione e soddisfazione per l’impresa che tutti, ripeto tutti, da Bettina passando per Jimmy il ns. battistrada arrivando a don Luigi, Stefano e Leonardo hanno affrontato. Sono le 13:45 (quattro ore di cammino).

Le nuvole concedono un po’ di spazio al sole che riscalda. Breve pausa per la consumazione del pranzo, foto ricordo e celebrazione della S. Messa. Si pensa a qualcosa per improvvisare un altare.. una vecchia branda, dei fusti…  ma perché no i nostri zaini (foto) per sostenere il pane e il vino che di lì a poco sarebbero diventati il CORPO E SANGUE DI CRISTO. E un brivido ti pervade, il ricordo delle parole di don Tonino su un’ala di riserva ti riempiono il cuore e pensi che questa volta sei stato tu a portare il SIGNORE sulle tue spalle, su fino in Cima come Pier Giorgio FRASSATI scalando le sue montagne, liberandosi dalle paure e dalle tentazioni di non farcela, consapevole della propria forza e tenacia proseguiva sulla via che conduce fino in ALTO fino a TE.

GRAZIE PIER GIORGIO…

Ore 21:45 Arrivo a Molfetta  STANCHI E AFFATICATI ma allo stesso tempo FORTI E RIPOSATI.

                        Nico de GENNARO

 

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Ti potrebbe interessare anche...