1 Domenica di Avvento

2 dicembre 2018
Prima domenica di Avvento

1avv_Dal Vangelo secondo Luca (Lc 21,25-28.34-36)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina. State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso; come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».
Parola del Signore

 

Inizia così questo periodo di preparazione al Natale con il Signore che ci mette in guardia. Il Signore, così come fa un padre con il figlio, ci avvisa, ci sprona e ci indica la retta via. Il Signore ci indica anche a cosa stare attenti: non appesantire il cuore! Un cuore appesantito é un cuore malato, un cuore dal quale non si può pretendere molto…quando amiamo e lo facciamo sinceramente il cuore batte forte! Quando corriamo se non siamo appesantiti riusciamo, con il giusto allenamento, a correre di più e più a lungo! Un cuore appesantito “dall’amore” per gli affanni della vita é un cuore che non trova tempo per “battere” per chi ci sta attorno! Un cuore ubriaco é un cuore non “lucido” che scambia amore per convenienza! In questo Avvento lavoriamo sul nostro cuore per tenerlo leggero e sobrio per poter amare davvero il bambino che sta per nascere!

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>