Festa della Famiglia

SANTA_FAMDal Vangelo secondo Luca (2, 41-52)

I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.
Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.
Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.
Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

È veramente singolare che per celebrare la famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe venga scelto proprio questo brano! Ma a ben guardare si comprende come l’intento della liturgia non sia quello di presentare un modello di famiglia, tipo “Mulino Bianco”, per il semplice motivo che quelle famiglie esistono solo nella pubblicità. Nei giorni del Natale la Festa di oggi ci restituisce la verità dell’Incarnazione. Se la carne di Gesù è veramente umana anche la sua famiglia lo è. Fatta di perdersi e ritrovarsi, di ribellarsi e stare sottomessi. Famiglie che sono benedette se c’è una madre che tace tanto e custodisce tutto nel suo cuore. Anche Gesù, come tante volte noi, come tante volte i nostri ragazzi e le nostre ragazze non si è sentito capito nei suoi desideri, nei suoi bisogni, nei suoi sogni. Ma mai si è sentito abbandonato! Camminare da solo non lo avrebbe fatto arrivare da nessuna parte e anche per noi è lo stesso! La famiglia da un tono diverso alla vita di ciascuno di noi! È proprio nella famiglia che impariamo a camminare sulle strade del mondo e anche su quella di Dio!
Una famiglia…anche questo è Natale!

 

Fonte: Animatori SalesianiSANTA_FAM

mm

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *