UN ESTATE… “CATTIVISSIMA”

er_14Sabato 26 luglio si conclude la fantastica esperienza dell’Estate Ragazzi 2014! Sano divertimento, animazioni, mille colori e fantastiche avventure: questi gli ingredienti che già danno brio alle giornate dell’“Estate Ragazzi 2014”, iniziata il 30 giugno presso l’Oratorio  “Don Bosco” e che, per ben quattro settimane, ha allietato un’interessante esperienza di crescita, di socializzazione e aggregazione per i protagonisti dell’evento, ragazzi e giovanissimi dalla II elementare alla III media, seguiti dall’entusiasmo e dai sorrisi dei loro giovani animatori.

Il progetto ha visto la realizzazione di giochi e iniziative di ogni genere, da gare a momenti di ballo e sport; non sono mancati, inoltre, giornate dedicate a escursioni e gite a parchi acquatici. Nucleo tematico, filo conduttore dell’intera manifestazione, è stato il celebre cartone animato: “Cattivissimo me”.

Quest’anno inoltre i ragazzi hanno vissuto anche una bellissima esperienza di condivisione insieme a don Emilio, un animatore del nostro oratorio che, lo scorso 19 luglio, alla fine del suo cammino di formazione, ha ricevuto il grande dono del presbiterato.

Il tema centrale che ha accompagnato i giovani ed i giovanissimi durante tutto il percorso dell’attività estiva riprende una famosa frase di don Bosco “In ogni giovane, anche il più disgraziato c’è un punto accessibile al bene”.

Gru (il protagonista della storia) ha insegnato loro che, anche se cattivo, in un angolo della sua anima c’è sempre del bene.

I ragazzi, divisi nelle 4 squadre hanno preso il nome di Cocconcini, Minimente, Caramellosi  e Tartufetti, e si sono impegnati  per la vittoria finale, constatando  come “l’unione fa la forza” e permette di crescere.

Questo tipo di esperienza, ogni anno, aiuta giovani, animatori e ragazzi, a crescere secondo lo spirito di don Bosco che intendeva formare “buoni cristiani e onesti cittadini”.

Alla fine di questa esperienza, i ragazzi stessi hanno ringraziato i propri animatori per aver dato dimostrazione che i talenti non si sotterrano, come fece uno dei servi del quale Gesù ha raccontato in una delle sue parabole, ma si fanno fruttare.

Ed ecco perché i ragazzi dell’estate ragazzi ringraziano ancora della pazienza e della dedizione che gli animatori hanno dimostrato.

mm

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *