L’ultimo sguardo: una pietra d’inciampo al Santuario della Madonna delle Grazie in ricordo di Don Tonino Bello

Sabato 16 maggio la comunità di Ruvo di Puglia manifesta il suo ardore mariano con la festa della Madonna delle Grazie, avendo l’antico e sempre vivo riferimento nell’omonimo santuario, a circa un chilometro dal centro abitato, risalente al 1645, costruito su una preesistenza del XIV secolo. In esso, il delicato affresco della Madonna che allatta il Bambino, la vera Grazia che Dio ci dona mediante Maria.
Enorme l’afflusso di persone che, in pellegrinaggio, si recano sin dai nove sabati precedenti, presso il Santuario e, in modo particolare il 16 maggio, giorno della festa, e il martedì successivo, giorno della sagra esterna. Quest’anno, tanto i Nove Sabati quanto la Novena e la festa del 16, non hanno visto e non vedranno la partecipazione del popolo, per le misure di sicurezza anticoronavirus vigenti fino al 17 maggio. Il parroco di San Giacomo, nonché rettore del Santuario don Gianni Rafanelli, ha celebrato a porte chiuse e in diretta streaming con una non meno sentita partecipazione da parte dei numerosi fedeli sintonizzati via web.

Sabato 16, alle ore 18,30, il vescovo S.E. Mons. Domenico Cornacchia presiederà la S. Messa, trasmessa in diretta sui canali youtube e facebook della parrocchia e della Diocesi e, a conclusione, benedirà una seconda pietra d’inciampo in memoria di don Tonino Bello, dopo quella collocata presso la parrocchia S. Famiglia, in Ruvo, in ricordo del suo impegno per gli immigrati.

“L’ultimo sguardo” è il titolo della targa, in ricordo dell’ultimo sguardo di don Tonino Bello rivolto alla riproduzione dell’affresco della Madonna delle Grazie in Ruvo di Puglia, prima della sua morte il 20 aprile 1993; essa sarà posta all’esterno della chiesa, con stampato un codice (qrcode) che rimanda ad un brevissimo filmato in cui il fratello Marcello Bello testimonia quell’ultimo sguardo. In preparazione a questo evento, mercoledì 13 maggio, alle ore 19,00, avrà luogo una tavola rotonda, promossa dall’Azione Cattolica parrocchiale di S. Giacomo, con la partecipazione di don Gianni Rafanelli, Cleto Bucci e Franco di Palo, moderata da Luigi Sparapano, per richiamare gli aspetti spirituali, storici e artistici della devozione ruvese alla Madonna delle Grazie e presentare l’iniziativa della pietra d’inciampo. La tavola rotonda sarà trasmessa in diretta streaming sui canali youtube e facebook della parrocchia e della Diocesi.

Luigi Sparapano, Presidente parrocchiale di Azione Cattolica