Primo anniversario della morte del Vescovo Mons. Luigi Martella

Download post in pdf

Il 6 luglio 2015, improvvisamente, tornava alla casa del Padre il Vescovo S. E. Rev.ma Mons. Luigi Martella, lasciando la Chiesa diocesana in silenzio orante davanti al mistero della morte. Nel primo anniversario della scomparsa dell’amato Presule, il Vescovo della Diocesi S.E. Rev.ma Mons. Domenico Cornacchia presiederà la concelebrazione eucaristica a Molfetta, domani mercoledì 6 luglio, alle ore 19,00 in Cattedrale, invitando Sacerdoti, Religiosi, Religiose e Laici a pregare per il compianto Pastore. «Siamo in molti a non capacitarci che sia trascorso un anno dalla tua dipartita da noi, carissimo mons. Luigi, anzi amatissimo don Gino». Così scrive Mons. Cornacchia nella lettera a don Gino che costituisce l’editoriale dello speciale Luce e Vita n. 27 di domenica 3 luglio 2016. Un numero col quale la redazione ha voluto richiamare alcuni tratti della persona e del vescovo Martella che il suo successore, alla cattedra di Molfetta, paragona a una “montagna”.

Il Vescovo Cornacchia presiederà la liturgia di suffragio anche a Depressa (LE), nella parrocchia S. Antonio da Padova, martedì 5 luglio alle ore 19. Parrocchia che, per volere del compianto Vescovo, erediterà un immobile da destinare a opere caritatevoli per anziani. É quanto scrivono i giovani di Depressa, a nome del parroco don Andrea Carbone e dell’intera comunità cittadina, sullo stesso settimanale diocesano che ospita anche i pensieri della famiglia di don Gino, ancora segnata dalla morte del Vescovo, “zio, guida, amico, fratello…”. La famiglia, tramite il nipote Dr. Gerardo Ciardo, ha voluto anche condividere con la nostra Diocesi, che nel testamento spirituale don Gino definì “Sua sposa”, le decisioni testamentarie di don Gino, nelle quali dispone la donazione in beneficenza delle sue sostanze materiali.
Il paginone centrale di Luce e Vita presenta le copertine e un breve brano delle 16 pubblicazioni di Mons. Martella della collana “Magistero del Vescovo”: lettere pastorali, indicazioni programmatiche, omelie, orientamenti… che anno dopo anno ha consegnato alla Diocesi. Un corpus di magistero che ora è consultabile nell’apposita sezione del sito www.diocesimolfetta.it. Già all’indomani della morte del Vescovo la famiglia si attivò per la creazione di un sito web www.donginomartella.it e una pagina facebook su cui tenere viva memoria del Vescovo.

Completano il numero una riflessione sul legame tra don Tonino Bello, don Gino Martella e don Mimmo Amato, un pensiero di S.E. Mons. Francesco Cacucci, Presidente dei Vescovi pugliesi, l’impegno di Martella per l’arte e per il Museo diocesano di Molfetta e il ricordo da parte dei presbiteri della Diocesi. Il numero del settimanale è disponibile nelle parrocchie della Diocesi e sarà distribuito anche a conclusione delle celebrazioni del giorno 5 a Depressa e del giorno 6 a Molfetta.

 

Fonte: Diocesi di Molfetta – Ruvo – Giovinazzo – Terlizzi

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati