Natale, gli auguri di don Pasquale: Dio ci ama!

Download post in pdf

Riportiamo, di seguito, la lettera che il parroco, don Pasquale, ha scritto e inviato a tutti i parrocchiani di San Bernardino per augurare un buon Natale e un Anno veramente Santo. La comunità parrocchiale di San Bernardino, tutti i gruppi e associazioni parrocchiali e la redazione del giornale parrocchiale ComUnione colgono l’occasione per augurare a tutti un Santo Natale e un felice Anno 2016, intriso della Misericordia di Dio.

Carissimo/a,
anche quest’anno mi permetto di entrare, mediante una lettera, nella tua casa per esprimerti fraterna vicinanza e incondizionato affetto, augurandoti ogni bene e il dono della pace. Il Signore Gesù volga il suo sguardo benedicente sulla tua famiglia e ti conceda di gustare la dolcezza della sua grazia. A Natale, di solito la letterina la si scrive a Gesù Bambino per chiedergli qualcosa, invece io la scrivo ai miei parrocchiani perché in tutti e in ciascuno è presente il Signore. Il tuo volto è quello di Gesù, perché Lui è uno di noi, nostro fratello e Signore. E allora se è presente Gesù, via la paura! Sicuramente penserai: “Le solite chiacchiere che si dicono a Natale”. Ti chiedo scusa, ma abbi la bontà di far ascoltare alle orecchie del tuo cuore le mie povere parole.
Forse in questo Natale si sente con più pesantezza la fatica della vita quotidiana, la preoccupazione per la salute, l’ansia per la precarietà del lavoro, il timore per l’odio che si manifesta in forme sempre più disumane e la paura dell’altro. Verrebbe voglia di lasciare tutto e tutti, di chiudersi in un egoistico individualismo, di abbandonare i valori della fedeltà familiare, dell’educazione sana e responsabile, del lavoro onesto, del rispetto dell’altro e delle istituzioni, della fede.
Forse per tanti queste sono solo belle parole e per altri che non hanno il tempo, la voglia e la forza di pensarle diventano una ripetizione di slogan già ascoltati alla televisione. Non vorrei che cestinassi questa lettera, ma permettimi di dirti una cosa, forse banale, ma in realtà è eccezionale, bella, anzi meravigliosa: Dio ci ama!!!
Sì, veramente, da morire. Lui è morto per te, anzi è disceso dal cielo, è nato dalla Vergine Maria, è vissuto, poi morto e risorto per te, per me, per donarci la possibilità di essere figli, fratelli ed autentici costruttori di pace e di fraternità. Con Lui il mondo cambia. La politica, la famiglia, gli Stati, le persone, le istituzioni hanno bisogno di Gesù. Che bello ritornare a stupirsi della vita di un Bambino che vuole essere preso in braccio, vuole essere nostro familiare, uno di noi, per comunicarci il suo amore. Lui sa guarire dal “mal del cuore” con la grazia della sua Misericordia. Non si compra, è un dono del suo amore! Se lo accogliamo, Gesù ci darà nuova forza per attraversare il mondo e per non arrenderci, perché la croce la porta sempre Lui, noi siamo solo dei piccoli Cirenei.
Ritorniamo a Gesù, apriamo il Vangelo: in quelle pagine troveremo il tesoro della nostra vita! E poi se vogliamo essere felici non dimentichiamoci dei poveri, dei malati, di coloro che hanno bisogno della nostra presenza: allora saremo noi ad essere Gesù per gli altri.
Ti auguro un Natale Buono e un Anno veramente Santo, benedetto dalla Misericordia del Signore.

Con affetto, don Pasquale

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati