Giornale parrocchiale, dalla Settimana Santa alla Pasqua di Resurrezione

Download post in pdf

«Questo non è il tempo per i rimpianti, le accuse o le denunce sterili, ma l’occasione per mettersi in cammino sempre pronti a rendere ragione della speranza che è in noi (cfr. 1Pt 3,15). Buona Pasqua! Cristo è veramente risorto. Alleluia». È con il pensiero pasquale del parroco, don Pasquale, che si apre il giornale parrocchiale di aprile, incentrato sulla Settimana Santa e sulla Pasqua di Resurrezione.
Infatti, dopo gli auguri del parroco, Anna Maria Caputi e Giovanni Luca Paolombella si soffermano sul valore delle processioni e su come devono essere vissute. «Queste forme di devozione non vanno, però, private della loro stessa natura di manifestazione liturgica cosa che, purtroppo, oggigiorno, è sempre meno visibile. […] Tutto ciò porta le processioni a essere, prive di qualsivoglia significato religioso ma ricche, anzi colme di vanità dell’apparire e dell’esibire la propria presenza, il proprio abito, rendendo la processione passerella di vanità e di malcostume».
Marcello la Forgia, invece, esamina la tradizione del Giovedì Santo, ovvero quella di “fare i sepolcri” (termine errato): non solo spiega la differenza tra “sepolcro” e “repositorio”, ma evidenzia l’alto valore spirituale dell’adorazione di Gesù Eucarestia nel “repositorio“.
Il giornale si chiude con la Rubrica Teologico-Liturgica a cura di Gaetano la Martire (inizia la spiegazione della Liturgia Eucaristica) e con il Santo del Mese a cura di Carmela Giancaspro e Teresa Bartoli (Santa Gemma, la “Santa della Passione” di Gesù).

Il giornale parrocchiale può essere scaricato in pdf (download) o ritirato in Parrocchia.

 

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati