Comunione, giornale parrocchiale: celebrare la festa di Maria

Download post in pdf

Comunione_dicembre_2014Sono state diverse le attività svolte nella Parrocchia san Bernardino nei primi due mesi di attività pastorale, tutte descritte nel giornale parrocchiale “ComUnione” che può essere scaricato in pdf, sfogliato o preso in parrocchia. In primo piano l’editoriale del parroco, don Pasquale Rubini, che commenta la celebrazione della Novena in onore dell’Immacolata.
«La Solennità dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria è un momento di particolare grazia per tutta la Chiesa, ma in modo speciale per la nostra Parrocchia dove, da secoli, si venera la sua immagine portata in processione per le alcune strade della città di Molfetta l’8 dicembre di ogni anno – scrive il parroco -. Celebrare la festa di Maria significa rinnovare la nostra gioiosa adesione di fede nel suo Figlio Gesù che ci indica nel Vangelo la via di un’autentica vita, la Verità profonda del nostro essere ed operare. Celebrare la festa di Maria significa sentirsi suoi figli capaci di amarla di vero cuore attraverso la preghierafiduciosa e costante e l’amore puro e generoso».
Non poteva mancare il riferimento alle attività dell’Azione Cattolica parrocchiale: oltre agli incontri dei tre settori, un articolo è stato dedicato all’Udienza del Papa dello scorso 22 ottobre, cui hanno partecipato i Giovanissimi di AC. Un incontro molto profondo, in cui il Papa Ha spiegato il significato di “comunità parrocchiale” come “corpo di Cristo”. Oltre a una breve riflessione sul senso del catechismo e al calendario della Novena in onore dell’Immacolata, ampi spazio è stato dedicato al gemellaggio tra la Confraternita dell’Immacolata e Venerabile Confraternita dell’Addolorata e San Domenico di Taranto. Infine, non poteva mancare un articolo sulla Festa del Ciao e sul concerto «Canterò per sempre l’amore del Signore»,  in ricordo del Maestro ruvese Michele Cantatore, cui ha partecipato  la schola cantorum “Harmonia mundi”, costituita dai giovani della parrocchia.

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati