Download post in pdf

EQUIPE PARROCCHIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

«La cultura e la comunicazione sono vie maestre per il dialogo tra la Chiesa e il mondo. […] Si può affidare a qualcuno l’incarico di coordinare e promuovere la pastorale della cultura e della comunicazione in parrocchia. La responsabilità ha una chiara connotazione ecclesiale e si colloca nel quadro dei cosiddetti ministeri di fatto che caratterizzano l’azione pastorale della Chiesa. […] Gli animatori agiscono in nome della Chiesa e all’interno di una precisa programmazione pastorale». È questo un piccolo estratto dell’art. 126 del «Direttorio sulle comunicazioni sociali nella missione della chiesa» (2004), i cui temi fondamentali, in particolare la sezione sull’Animatore della Cultura e della Comunicazione, sono stati affrontati nei primi due anni del laboratorio organizzato dall’Ufficio Comunicazioni Sociali della Dicesi.
E, proprio considerando le indicazioni tecnico-organizzative ricevute, la Parrocchia san Bernardino si è dotata di una Equipe parrocchiale delle Comunicazioni Sociali, luogo di coordinamento delle attività comunicative parrocchiali: è suo compito, infatti, proporre un piano di comunicazione sociale in piena armonia con il progetto pastorale della Parrocchia e della Diocesi. L’Equipe è al servizio della Parola di Dio, della comunità parrocchiale e, perciò, dell’evangelizzazione, come soggetto attivo sul territorio nella realizzazione del progetto culturale cristiano.
Questo nuovo team è composto da una Consulta delle Comunicazioni (organo operante dell’Equipe, composta dal responsabile, Marcello la Forgia, dal parroco e da altri 5 consultori) e dal Gruppo dei Mandatari, ovvero i rappresentanti di associazioni e gruppi operanti nella Parrocchia. I componenti dell’Equipe della Parrocchia san Bernardino intendono essere «operai che, con il genio della fede, sappiano farsi interpreti delle odierne istanze culturali, impegnandosi a vivere quest’epoca della comunicazione non come tempo di alienazione e di smarrimento, ma come tempo prezioso per la ricerca della verità e per lo sviluppo della comunione tra le persone» (Giovanni Paolo II, «Parabole mediatiche. Fare cultura nel tempo della comunicazione»).

L’ Equipe persegue le seguenti finalità:

– aiutare a prendere coscienza dell’importanza della comunicazione nell’attività pastorale e, pertanto, educare alla comunicazione;
– sostenere l’impegno nei mass media che non ha solo lo scopo di moltiplicare l’annunzio: si tratta di un fatto più profondo, perché l’evangelizzazione stessa della cultura moderna dipende in gran parte dal loro influsso. Non basta usarli per diffondere il messaggio cristiano e il magistero della Chiesa, ma occorre integrare il messaggio stesso in questa nuova cultura creata dalla comunicazione moderna;
– prestare costante attenzione pastorale alle problematiche della comunità parrocchiale e, se necessario, allestire possibili soluzioni in collaborazione con il Parroco e gli organi parrocchiali;
– coordinare gli strumenti di comunicazione che fanno riferimento alla Parrocchia;
– curare i rapporti di informazione e comunicazione della Parrocchia con la Diocesi e con i mass media;
– assolvere al ruolo di ufficio stampa della Parrocchia, qualora richiesto;
– promuovere e coordinare la ricerca e la documentazione in materia di comunicazioni sociali.

I compiti dell’Equipe promanano da quanto riportato nel Direttorio delle Comunicazioni agli artt. 134, 135, 136.