Antonio Picca, parrocchiano e seminarista: sabato 5 settembre l’ammissione all’Ordine Sacro

Download post in pdf

«Il rito di Ammissione tra i candidati al Diaconato e al Presbiterato, che conclude il primo biennio formativo, manifesta pubblicamente l’orientamento vocazionale di coloro che aspirano al Diaconato e al Presbiterato; esprime l’accettazione della loro offerta da parte della Chiesa particolare, richiede ai nuovi candidati di applicarsi con rinnovato impegno nel portare a termine la preparazione». L’estratto del «Documento per la formazione dei Presbiteri in Italia» (n. 111) delinea le caratteristiche fondamentali del rito di Ammissione all’Ordine Sacro, primo ufficiale passo verso il sacerdozio.  In particolare, il rito di Ammissione permette ai candidati di esprimere, in libertà, la volontà di continuare il cammino di formazione presbiterale e di impegnarsi a fare propri i tratti di Gesù Buon Pastore.
Sabato 5 settembre sarà il giovane parrocchiano Antonio Picca, seminarista al Seminario Regionale di Molfetta, cresciuto e formatosi proprio nella Parrocchia San Bernardino, ad esprimere, davanti alla Chiesa, la volontà di proseguire il suo cammino di formazione e vocazione (con altri 3 seminaristi della Diocesi). Il rito si svolgerà durante la celebrazione eucaristica delle ore 19.00 nella chiesa Cattedrale di Molfetta, presieduta da S. Ecc.za Rev.ma Mons. Felice di Molfetta, Vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano.

Il rito di Ammissione rappresenta un vero e proprio “giro di boa” nel cammino del candidato. Pur essendo estremamente sobrio e semplice nei segni esteriori, il rito ha in sé un significato interiore molto forte per chi lo compie. Durante la celebrazione, di fronte al Vescovo e alla comunità, il candidato sarà chiamato per nome e risponderà con il suo primo “eccomi“, ricevendo successivamente una particolare esortazione e benedizione da parte del Vescovo. In questo modo, la sua vocazione, da “fatto privato” diventa qualcosa che interessa tutta la comunità credente e il giovane che sceglie di dire il suo primo ‘sì’ ufficiale al Signore si sente così accompagnato e sostenuto non soltanto dal clero e dal seminario, ma da tutta la Chiesa.

Perciò, la comunità parrocchiale di San Bernardino è invitata a partecipare alla celebrazione eucaristica del 5 settembre 2015 e, soprattutto, a pregare per Antonio, affinché il suo “sì” al servizio sacerdotale trovi ispirazione costante, consolidamento e compimento nell’Amore del Signore.

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati