60 anni di Parrocchia, a servizio del popolo di Dio

Download post in pdf

PARROCCHIA SAN BERNARDINO 60 ANNI EREZIONE PARROCCHIA (8)«[…] desiderando di provvedere ancora meglio al bene spirituale degli abitanti delle antiche parrocchie […] sovrapopolate in questi ultimi tempi per lo incremento delle costruzioni e al centro ed in periferia di questa nostra città di Molfetta e per dare perciò ai rispettivi parroci la possibilità di un accostamento pastorale più efficace con i propri figliani, specialmente provvedendo all’istruzione catechetica e dei fanciulli e degli adulti, erigiamo con la presente bolla la parrocchia di S. Bernardino […]. Questa nuova parrocchia la erigiamo nella chiesa ex conventuale di S. Bernardino». Queste sono le parole con cui il 10 luglio 1960 il Vescovo diocesano, Mons. Salvucci, decretava l’erezione della Parrocchia san Bernardino nei documenti ufficiali: un evento commemorato nella Santa Messa dello scorso 13 settembre. Presenti, oltre all’attuale parroco, don Pasquale Rubini, anche i sacerdoti che hanno guidato questa giovane comunità, ovvero don Francesco Gadaleta (che ha presieduto la celebrazione), don Giuseppe Magarelli e don Michele Amorosini.

«Dopo il 17 settembre (giorno della presa di possesso) mi sarei potuto sentire, ma non ero solo perché questa chiesa era ricca già di attività, a partire da quelle della Confraternita dell’Immacolata, da cui ho ricevuto tanto aiuto. Quanta attenzione ha avuto verso la parrocchia, quanta generosità! Basti dire che ha messo a disposizione il suo oratorio per le attività di pastorale parrocchiale – ha spiegato don Francesco Gadaleta nella sua omelia, lui che ha guidato la comunità per quasi 26 anni -. Non posso non citare la devozione a San Salvatore da Horta. Questa parrocchia diventava il centro, il fulcro della città durante i nove mercoledì in onore di questo Santo. La città si svuotava e riempiva i banchi di questa chiesa».
Non è mancato il ricordo delle Figlie di Maria, «una associazione vitale, essenziali nella vita di questa comunità». «In questa chiesa prima che arrivassi, le Figlie di Maria gestivano la scuola per la fede cristiana, ancor prima che ci fosse una reale istituzione di questo tipo di formazione. Avevano un movimento straordinario!». Insomma, la parrocchia di san Bernardino era feconda ancora prima di essere eretta come parrocchia: nel 1961, ha ricordato don Francesco, ci sono stati 139 battesimi, 58 matrimoni e 34 funerali, mentre l’anno successivo sono stati celebrati 249 battesimi e 61 matrimoni. «Tutti sentivano il bisogno di edificare questa comunità», ha sottolineato don Francesco che ha ricordato uno dopo l’altro i tre sacerdoti a lui successivi che hanno ricoperto il ruolo di parroco.
«Non dobbiamo scoraggiarci», l’invito finale: «anche nei momenti di difficoltà, dobbiamo avere il coraggio di andare avanti, Gesù è con noi, dobbiamo sentire dentro di noi l’amore a Cristo e l’amore ai fratelli».

Puoi anche leggere ...

Per inviare un commento, completa il seguente form

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori devono essere compilati

X