Cenni storici

1927189_10203180430222319_1503650131_nCENNI  STORICI  riguardanti la Parrocchia MADONNA DELLA PACE di  MOLFETTA

(ovvero date da ricordare perché indicano un cammino)

 

Antefatto:

 

Nel mese di Luglio del 1977 dal 18 al 22, mentre nell’Oasi di Cassano Murge si svolgevano gli Esercizi Spirituali per i sacerdoti della nostra diocesi, predicati da S.E. Mons. Ballestrero, Arcivescovo di Bari, il Vescovo Mons. Aldo Garzia chiamò don Luca Murolo per dirgli che egli aveva in animo di istituire una nuova parrocchia nella zona est di Molfetta e che aveva pensato di affidarne a lui la cura pastorale, informandolo che, non essendoci una Chiesa, era “tutto da inventare”, e tra l’altro non ci sarebbe stato, almeno all’inizio, nessun sacerdote collaboratore.

Don Luca dopo aver ascoltato, chiese di riflettere e di pregare. Prima della conclusione degli Esercizi spirituali don Luca diede al Vescovo la risposta affermativa di accettazione di vivere questa “avventura”.

Con il Vicario Generale mons.Giuseppe Lisena si interessò a trovare un locale in via Di Vagno 11 – 13 che fu preso in fitto. Intanto si poteva anche usufruire di una cappella del Villaggio Belgiovine che era stata dedicata, dal Vescovo Achille Salvucci, alla Madonna della Pace.

cappella villaggio belgiovine 2

8 settembre 1977

Erezione canonica della Parrocchia Madonna della Pace da parte di S.E.Mons. Aldo Garzia

Nel decreto di erezione era scritto: “Erigiamo la nuova parrocchia “Madonna della Pace” con sede nella omonima Cappella del villaggio residenziale “Belgiovine”, così delimitata come territorio: ferrovia Foggia-Bari (versante sinistro) con inizio dal passaggio a livello della via vicinale ex Falliti, Viale Gen. Amato (lato destro, a sinistra Parrocchia S. Pio X), viale Gramsci (lato  destro, a sinistra Parrocchia S. Pio X),Viale don Minzoni (lato destro, a sinistra Parrocchia S. Pio X), Viale Matteotti (lato destro, a sinistra Parrocchia Cuore Immacolato di Maria), Incrocio Strada Statale n. 16 (Adriatica) fino alla spiaggia di levante (lato destro, a sinistra  Parrocchia Cuore Immacolato di Maria)”.

7 ottobre 1977

don Luca

Don Luca Murolo viene nominato Vicario Economo della Parrocchia

26 novembre 1977

 Inizio attività pastorale nel locale preso in fitto in via Di Vagno, 13

parrochia via di vagno

 

 

 

 

 

15 settembre 1978

S.E.Mons. Aldo Garzia nomina il Sac. Vito Marino, Vicario Cooperatore della Parrocchia Madonna della Pace

15 aprile 1980

 S.E.Mons. Aldo Garzia, in considerazione delle particolari condizioni in cui si trova la nuova parrocchia Madonna della Pace, allogata in locali insufficienti per una dignitosa celebrazione del sacramento del matrimonio, e in deroga al can. 1095 del C.J.C. par.2, decreta che fino a nuovo ordine i matrimoni appartenenti alla stessa parrocchia possono essere celebrati anche nell’Oratorio semipubblico della casa religiosa “Oblate S.Benedetto Labre, dichiarando nello stesso tempo che tale Oratorio sia sottratto, per il solo ministero di cui sopra, alla giurisdizione della Parrocchia S.Pio X alla quale appartiene territorialmente .

8 luglio 1980

 Il Presidente della Repubblica Sandro Pertini con D.P.R. n. 559 riconosce alla Parrocchia Madonna della Pace gli effetti civili

1 gennaio 1981

Don Luca Murolo viene nominato Primo Parroco della Parrocchia Madonna della Pace

iersyasoldkj

 2 febbraio 1985

 S.E.Mons. Antonio Bello nomina il Sac. Antonio Carraro, Vicario Parrocchiale della Parrocchia Madonna della Pace

26 settembre 1986

 Acquisto del terreno sul viale XXV Aprile dove sorgerà il complesso parrocchiale

23 novembre 1986

S.E.Mons. Antonio Bello, nel IX anniversario della parrocchia, benedice la croce che viene issata sul terreno dell’erigenda chiesa

croce benedetta

 23 dicembre 1986

 In seguito alla revisione del Concordato, il Ministro dell’Interno, con proprio Decreto, conferisce la qualifica di Ente Ecclesiastico, civilmente riconosciuto, alla Parrocchia Madonna della Pace

7 ottobre 1987

S.E.Mons. Antonio Bello presenta al Sindaco On. Enzo de Cosmo il progetto del Complesso parrocchiale, redatto dall’ing. Michele Pasquale Camporeale e chiede la regolare variazione della destinazione d’uso del terreno di Viale XXV Aprile.

20 ottobre 1987

La Commissione Edilizia Comunale esamina favorevolmente il progetto.

29 novembre 1987

 S. E. Mons. Antonio Bello benedice la prima pietra dell’erigendo complesso parrocchiale che non viene “situata”perché si attende l’approvazione comunale e regionale del progetto e della variazione di destinazione d’uso di viale XXV Aprile.

29 febbraio 1988

Il Consiglio Comunale con voti unanimi delibera l’approvazione del progetto del complesso parrocchiale e prende atto che tale deliberazione costituisce adozione di variante al Piano Regolatore.

27 giugno 1988

 Il Comune di Molfetta invia all’Assessorato Regionale all’Urbanistica il progetto e la documentazione relativa ai fini della emissione del Decreto della Giunta Regionale.

14 febbraio 1990

 La Giunta Regionale con voti unanimi delibera l’approvazione della variante.

31 maggio 1990

Il Bollettino Ufficiale della Regione Puglia pubblica la delibera della Giunta Regionale.

6 ottobre  1990

La Commissione Diocesana Arte Sacra, per mandato del Vescovo, affida l’incarico dei lavori alla impresa edile Saverio Alessandrini.

25 novembre 1990

 Posa della prima pietra dell’ergendo complesso parrocchiale.

pietra         pietra2

 22 gennaio 1991

Inizio dei lavori della costruzione del Centro Sociale Parrocchiale.

10 marzo 1991

 S. E. Mons. Antonio Bello nomina il Sac. Giacinto Mancini, Vicario Parrocchiale della Parrocchia Madonna della Pace

10 luglio 1991

S. E. Mons. Antonio Bello avendo preso atto della inagibilità temporanea dell’Oratorio della Casa Religiosa “Oblate di S. Benedetto G. Labre”, già abilitato alla celebrazione dei matrimoni della Parrocchia Madonna della Pace (cfr. 15/4/’80), decreta che fino a quando sarà nuovamente agibile quell’Oratorio, i matrimoni appartenenti alla Parrocchia Madonna della Pace, siano celebrati nell’Oratorio del Pontificio Seminario Regionale di Molfetta

23 febbraio 1992

 Inaugurazione del Centro Sociale e trasferimento dalla sede di Via Di Vagno.

centro sociale

1 ottobre 1992

Inizio dei lavori per la costruzione della chiesa parrocchiale.

 

don Tonino sul cantierecroce benedetta

 

 

 

 

 

29 giugno 1994

S. E. Mons. Donato Negro nomina il Sac. Gaetano De Bari Vicario Parrocchiale della Parrocchia Madonna della Pace.

14 ottobre 1995

 S. E. Mons. Donato Negro decreta l’istituzione del primo Consiglio Parrocchiale per gli Affari economici, per la durata di tre anni, presieduto dal parroco don Luca Murolo e costituito da Amato Oronzo e Lisena Cosmo consiglieri, Pesce Pietro segretario e Tridente Mauro economo.

25 agosto 1997

Il Parroco, in prossimità del compiersi del XX anniversario di costituzione e del completamento della costruzione dell’edificio sacro, con una sua lettera ai parrocchiani, per la realizzazione del pavimento propone di offrire la somma di lire 200.000, per un metro quadrato.

 7 giugno 1998: Solennità della SS. Trinità

 S. E. Mons. Donato Negro, alla presenza attenta, devota ed esultante dei fedeli ha dedicato con rito solenne la nuova chiesa in onore della Madonna della Pace. Ha rinchiuso sotto l’altare la reliquia di S.Corrado, avvoto da un lembo del fazzoletto con cui fu asciugato il sudore del servo di Dio Don Tonino Bello durante la sua agonia (il 20 aprile 1993). Hanno assistito il Vescovo, il parroco don Luca Murolo che ha concelebrato e il Rev.mo Mons. Felice di Molfetta, Vicario Episcopale e maestro delle Celebrazioni Vescovili.

scritto benedizione                celebrazione solenne

 

 

 

 

 

 

 

20 giugno 1998

 La Conferenza Episcopale Pugliese nomina don Luca Murolo, viario Giudiziale del Tribunale Ecclesiastico Regionale Pugliese.

1 settembre 1998

Il Parroco don Luca Murolo, dopo aver pregato e riflettuto, rimette nelle mani del Vescovo Mons. Donato Negro il mandato di Parroco della Parrocchia Madonna della Pace, affidatogli dal S.E.Mons Aldo Garzia il 7 Ottobre 1977. 

8 settembre 1998

S.E. Mons. Donato Negro, nomina il sac. Domenico Amato Parroco della Parrocchia Madonna della Pace.

14 settembre 1998

 Don Luca Murolo, con lettera ai parrocchiani comunica ufficialmente la nomina del nuovo parroco.

22 novembre 1998

 Don Domenico Amato inizia il ministero pastorale di parroco della Madonna della Pace

 don Mimmo

Diventa parroco della Parrocchia Madonna della Pace il 22 novembre 1998, pochi mesi dopo la Consacrazione della nuova Chiesa. Promuove il culto alla Madonna della Pace, tramite l’icona della Regina Pacis e con l’istituzione della Solennità nella data del 7 giugno.

Il 26 novembre 2002 conclude l’anno Giubilare concesso dal Papa in occasione del 25° Anniversario di fondazione della Parrocchia.

lapide commemorativa

Mentre procedono ancora i lavori del complesso parrocchiale, l’11 febbraio 2006 viene inaugurato l’Auditorium Diocesano Regina Pacis .

Auditorium Regina Pacis                                     Interno Auditorium

 

 

 

 

 

UNO «SPAZIO» PER LA CRESCITA DELLA COMUNITÀ

Luogo formidabile di evangelizzazione e di promozione culturale della nostra parrocchia è lAuditorium «Regina Pacis»: fortemente voluto dal vescovo mons. Luigi Martella fu consegnato alla comunità parrocchiale e diocesana l’11 febbraio 2006. E proprio in quella circostanza lo stesso Vescovo ci ricordava che l’Auditorium è uno spazio che mancava alla nostra diocesi ed è stato reso necessario per favorire l’aggregazione, la comunicazione e la comunione ecclesiale.

Affidato ad uno staff di volontari, l’Auditorium ha la sua ragione giuridica nella Associazione “Regina Pacis”. Scopo primario dell’Auditorium è quello di evangelizzare il territorio e più in generale l’intera città e la diocesi, promuovere iniziative culturali, di carattere artistico, letterario, musicale, cinematografico; favorire lo scambio interculturale e le occasioni di sviluppo della coscienza umana; caldeggiare la creatività giovanile e dilettantistica.

Don Domenico Amato, è parroco fino al 3 ottobre 2009.

 

Working in progress….continua…..

 

 

 

 

La galleria fotografica

Condividi