In preparazione al Quarantesimo / 8

Si conclude qui questa rubrica in preparazione al Quarantesimo anniversario della Parrocchia Madonna della Pace, con la pubblicazione degli auguri di don Luca nel XV anniversario della Parrocchia, nel lontano 1992. Erano gli auguri per una comunità che si sentiva già grande, ma non ancora adulta; una comunità che “sente di essere cresciuta, di aver intuito i traguardi indicati dalla Parola di Dio e suggeriti dal Vescovo, ma non ancora li ha raggiunti”. Siano questi allora gli auguri che ci scambieremo domani!

“La Madonna della Pace, che ha guidato i nostri passi sin dagli inizi, sono sicuro che non ci abbandonerà. Lei che ci sta conducendo per mano tra il «già e il non ancora» ci benedice con affetto di madre”.

Buon compleanno Parrocchia Madonna della Pace!

– Rubrica a cura di Francesco Cappelluti –

VisitaPastorale_2008

Tra il già e il non ancora

Il quindicesimo anniversario di costituzione della nostra comunità parrocchiale lo celebriamo «tra il già e il non ancora».

Tutti i quindicenni si sentono già grandi ma non ancora adulti.

Così la nostra comunità sente di essere cresciuta, di aver intuito i traguardi indicati dalla Parola di Dio e suggeriti dal nostro Vescovo, ma non ancora li ha raggiunti.

C’è tanto cammino da fare ancora perché tutti conoscano meglio Gesù Cristo, lo amino di più, vivano fortemente la carità e tutta la comunità «sperimenti a tal punto la comunione da divenire», come diceva il Vescovo nel suo messaggio cinque anni fa, «luogo promotore della educazione permanente alla pace».

Ma non ci scoraggiamo!

Vogliamo guardare avanti e sognare che certe mete si possono realizzare, così come sognano i quindicenni.

La certezza della realizzazione si fonda su Gesù che noi amiamo chiamare «pietra fondamentale» della Chiesa.

Sotto i nostri occhi in questi giorni si apre il grande scavo per le fondamenta della chiesa parrocchiale che sta per sorgere. È sulla roccia che sarà fondato l’edificio sacro; la ricerca della roccia si propone a noi come simbolo della ricerca di Gesù Cristo su cui vogliamo poggiare le nostre certezze e le nostre speranze.

Anche per il costruendo complesso parrocchiale siamo tra il già e il non ancora.

Dal 23 febbraio scorso stiamo già usufruendo del Centro Sociale con una maggior adeguatezza di locali per le nostre attività parrocchiali, ma ci manca la chiesa vera e propria perché sia completo tutto il progetto. All’impresa edile Saverio Alessandrini, che ha già costruito il Centro sociale (locali di ministero), è stato affidato l’incarico della costruzione del secondo lotto e i lavori sono già iniziati. Si prevede di avere per il prossimo mese di luglio ’93 il rustico dell’edificio sacro. Poi si vedrà per il resto.

La Conferenza Episcopale Italiana, attingendo dall’«otto per mille», ha assegnato un contributo di 450 milioni di lire. Ma al completamento dovrà provvedere la Comunità parrocchiale.

Non ci scoraggiamo! La Divina Provvidenza in cui abbiamo sempre creduto e sperato certamente ci verrà incontro.

Tutti siamo chiamati alla collaborazione, continuando a pregare perché il Signore susciti e stimoli gli animi generosi, partecipando e sostenendo le varie iniziative (mostra mercato, lotteria, gite, attività sportive, scuola di musica).

Lodevole e fruttuoso è stato l’impegno, da tanti assunto, della contribuzione periodica. Se si allargasse il numero, sarebbe meglio!

Ma ciò che più conta è che mentre vediamo realizzate le strutture, di pari passo aumenti l’interesse attorno alla Parola di Dio, si intensifichi la partecipazione convinta alla celebrazione eucaristica, si sperimenti sempre di più la comunione tra noi, si senta la gioia del servizio e l’impegno dell’annunzio del Vangelo di Gesù con la vita in coerenza con la fede professata.

Solo così impediremo che il complesso parrocchiale, quando sarà completo, sia un freddo contenitore o «una cattedrale nel deserto».

La Madonna della Pace, che ha guidato i nostri passi sin dagli inizi, sono sicuro che non ci abbandonerà. Lei che ci sta conducendo per mano tra il «già e il non ancora» ci benedice con affetto di madre.

Vostro

Don LUCA

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *