Gli auguri del parroco per il Santo Natale

Natività

Pietro Bugiani Natività (La sera) 1928

Carissimi amici,

quest’anno le celebrazioni del Natale si inseriscono in un panorama sociale ed ecclesiale a tinte contrastanti. Se infatti per certi aspetti siamo impauriti e preoccupati per la violenza e il terrore che da più parti ci minacciano e dalla nostra impossibilità di farvi fronte, d’altro canto siamo intimamente commossi per i frutti di bene che già cominciamo a sperimentare nel tempo del Giubileo straordinario della Misericordia. Se ci rattrista e ci fa pensare che sarà un Natale in cui ci mancheranno alcune persone care come il Vescovo Don Gino e i nostri cari don Mimmo e don Nicola, ci riempie il cuore di speranza il fatto che la nostra città e la nostra parrocchia in particolare ospiteranno, provenienti da tutta l’Italia, tanti profeti e costruttori di pace. Le parole di auguri che voglio consegnare a voi, carissimi fratelli, sono accoglienza, custodia, cura. Sono le parole del Natale: sono le parole del presepe. Sono parole che trovano come impegno concreto la lotta contro ogni forma di indifferenza. Infatti, come ci ricorda il Papa nel messaggio per la prossima giornata mondiale della pace, il nostro Dio non è indifferente al mistero dell’umanità. Sia, pertanto, un Natale che non ci lasci indifferenti alle ferite dell’umanità, che non ci lasci freddi di fronte ai drammi dell’uomo del nostro tempo. E al contempo sia per tutti un Natale per condividere esperienze di solidarietà, di fraternità, di pace. E’ il mio augurio!

Don Angelo, parroco

amministratore

Questa è la descrizione dell'Amministratore del sito.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *